skip to Main Content
Scopri I Motivi Per Cui In Autunno Le Foglie Cambiano Colore

Curiosità: perché in autunno le foglie cambiano cadono e cambiano colore

Curiosità sull’autunno

Perché in autunno le foglie cambiano colore

Le foglie, in autunno, prendono i colori dei pigmenti carotenoidi e antociani che d’estate sono nascosti dal verde della clorofilla

Tutti amiamo la spettacolare esplosione di colori che uno scorcio settembrino può regalare e tutti sappiamo che in autunno le foglie degli alberi cambiano colore per assumere tonalità che spaziano dal giallo fino al rosso e all’arancio, ma sappiamo realmente perché questo avviene?

Il colore delle foglie è sottrattivo” spiega David Lee, studioso della materia all’Università Internazionale della Florida, tanto che tale fenomeno è assimilabile ad un processo di decolorazione legato alla diminuzione progressiva della clorofilla, il pigmento che cattura l’energia del sole e che inevitabilmente si riduce in autunno, quando l’attività biologica della pianta subisce la mancanza di irradiazione solare.

Secondo David Lee che ha studiato dal 1973 il colore delle foglie presso l’Università Internazionale della Florida “Il colore di una foglia è sottrattivo, come i colori dei pastelli sulla carta”.

Ma la clorofilla (che conferisce il colore verde) è solo uno dei pigmenti che stanno alla base della colorazione delle foglie: gli altri, come la xantofilla, il carotene e gli antociani riescono ad emergere solo in autunno quando la clorofilla diminuisce e lascia spazio agli altri colori.

Ma perché alcune piante assumono una colorazione rossa, altre gialla e altre ancora marrone o grigia? Proprio per la maggiore o minore presenza di questi pigmenti nelle cellule delle foglie.

FOGLIE GIALLO-ARANCIO

Foglie gialle

Nelle cellule delle foglie, infatti, si trovano i carotenoidi (pigmenti chimici responsabili del colore arancione delle carote o del giallo del mais) che però restano invisibili sotto il verde della clorofilla (il pigmento chimico che cattura l’energia del sole).

Ma in autunno, quando le foglie si stanno avvicinando alla fine del loro ciclo di vita, la clorofilla diminuisce e il giallo-arancione del carotene e degli altri pigmenti (che normalmente sono nascosti dal verde della clorofilla) prende il sopravvento e si rivela.

Ed allora, in quelle foglie in cui il pigmento prevalente è il carotene avremo una colorazione giallo- arancio.

FOGLIE ROSSO-VIOLA

Foglie rosso e viola

Le piante producono anche altri pigmenti, gli antociani (dal greco anthos=fiore e kyàneos=blu), che hanno una tinta rossastra-blu e la funzione di “crema solare” contro alcuni raggi ultravioletti (sono anche responsabili del colore blu di molti frutti come i mirtilli).

Quando la clorofilla e gli antociani coesistono, il colore delle foglie può virare verso il bronzo, come nei frassini.

A concentrazioni sufficientemente elevate, gli antociani fanno invece sembrare una foglia quasi viola, come negli aceri giapponesi.

FOGLIE GRIGIO

Foglie grigio

Infine, i colori autunnali più grigi si formano quando le foglie sono completamente morte perché avviene la degradazione dei cloroplasti (corpuscoli cellulari che contengono la clorofilla).

E quando le foglie sono secche, i pigmenti si legano insieme e formano quello che David Lee definisce una “poltiglia marrone”.

Passa a trovarci: Garden La Primula, Siziano, località Gnignano:
🕐 ORARI DI APERTURA 🕐
Da Lunedì a Domenica: 8.30 / 12.30 – 15.00 / 19.30

E, per starvi ancora più vicini, è sempre attivo il nostro 𝐬𝐞𝐫𝐯𝐢𝐳𝐢𝐨 𝐝𝐢 𝐜𝐨𝐧𝐬𝐞𝐠𝐧𝐚 𝐚 𝐝𝐨𝐦𝐢𝐜𝐢𝐥𝐢𝐨.
Per le vostre consegne a casa, chiamateci al ☎️𝟬𝟮 𝟵𝟴𝟴𝟱𝟱𝟬𝟳𝟮

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Back To Top